Il Gioco di Ruolo dal Vivo - Basi
Kroovian

Kroovian
Zefiro Del Padulo
Posts: 4
Feb. 28, 2020, 2:51 p.m.

Cos'è il Gioco di Ruolo dal Vivo?

Il Gioco di Ruolo dal Vivo, in inglese chiamato LARP (Live Action Role Play) è un gioco di ruolo liberamente assimilabile al teatro a tema libero. Ogni partecipante interpreta un Personaggio da lui scelto, che interagisce fisicamente con gli altri Personaggi in una location del mondo reale, portando avanti la sua storia e i suoi obiettivi, e immergendosi nella storia del mondo che lo circonda.
Quando è il Personaggio ad agire, si dice che si è In Gioco, abbreviato in IG. Tutte le meccaniche che invece riguardano il giocatore sono FG, cioè Fuori Gioco.
 
 
Cosa puoi fare in Gioco?
 
Quello che puoi, o meglio devi fare in Gioco è essenzialmente immedesimarti nel tuo Personaggio: fai dunque tutto quello che il tuo Personaggio farebbe. Durante un LARP potrai combattere, risolvere enigmi, portare avanti alleanze, intrecci e vendette. L’interpretazione è alla base del LARP: dovrai imparare a essere il tuo Personaggio, reagire come reagirebbe lui, interpretare le sue conoscenze e le sue parole. Con il LARP potrai portare avanti la tua storia, vivendo avventure fantastiche.

 

Cosa non puoi fare in Gioco?

Tutti coloro che partecipano a un LARP, in forma di PG, PNG o Arbitri, lo fanno perché si divertono. La prima regola del LARP è dunque il buonsenso: faccio quello che mi fa divertire, e che non danneggia il divertimento degli altri. È dunque vietato: infrangere il Regolamento, fare fisicamente male a un altro Giocatore (es. calci e pugni), rubare o danneggiare i beni FG di un altro Giocatore, insultare gli altri Giocatori (ma non i Personaggi, nei limiti della decenza) e in generale contribuire a creare un ambiente di Gioco che non sia sereno e divertente per tutti.

 

I Personaggi Non Giocanti o PNG

I Personaggi Non Giocanti (PNG) sono tutte le entità con cui i Personaggi interagiscono nel corso di un Evento. Possono essere mostri e nemici da sconfiggere ma anche negozianti, locandieri, guardie, ed in generale qualsiasi entità con cui il PG interagisca. Nell’ottica dello spirito associativo e della condivisione della creazione degli Eventi, tutti i Giocatori sono tenuti a collaborare, sia come PNG, sia svolgendo qualsiasi altra attività possa essere utile e necessaria per la buona riuscita di un Evento. Ad ogni collaborazione viene corrisposto un variabile numero di PAB al Giocatore.

 

I Narratori

I Narratori sono membri dello Staff dell’Evento che coordinano ciò che accade e gestiscono il “dietro le quinte”, seguendo le linee guida date loro dal GA (Gruppo Ambientazione). Cercheremo di rendere la loro presenza il più possibile discreta per non infrangere la sospensione di incredulità del Gioco. Tuttavia, occasionalmente il loro intervento sarà necessario per descrivere ciò che succede nel mondo (come un masso che si stacca dalla parete e vi travolge, una Creatura extra-planare che discende dal cielo, etc).

 

Gli Arbitri

Gli Arbitri di Gioco sono dei collaboratori che conoscono bene il Regolamento e hanno il compito di vigilare sul rispetto delle regole e sulla buona riuscita dell’Evento. In genere sono identificabili da un segno caratteristico, tale da potere essere considerato IG oppure abbastanza discreto da non disturbare il Gioco; tale segno caratteristico può variare da Evento a Evento (es. Tutti i PNG che portano una fascia rossa al braccio, tutte le guardie della magione, etc).

In ogni caso, tutti i Giocatori hanno il compito di vigilare sul rispetto delle regole, e sono tenuti a segnalare tempestivamente qualsiasi infrazione del Regolamento dovessero notare.
 
Gli Arbitri possono comminare sanzioni al Personaggio (IG) e possono, nei casi più gravi, interfacciarsi con un Narratore per eventuali sanzioni al Giocatore (FG).

 

 
Oggetti di Gioco

In generale, gli oggetti di gioco corrispondono agli oggetti che rappresentano nella realtà. Una spada è una spada, un’armatura è un’armatura, e così via. Ci sono però dei casi in cui è necessario utilizzare degli oggetti comuni per indicare oggetti che in realtà hanno proprietà fuori dal comune, come ad esempio una Pozione, una spada magica oppure un Reagente Alchemico. In questi casi, verrà utilizzato un Cartellino (il più possibile discreto e IG) che indichi le proprietà effettive dell’oggetto.

 

 
Infrazioni e sanzioni

Tutti coloro che Giocano, sia come PG, come PNG o come Staff, lo fanno per divertirsi. Le sanzioni verranno utilizzate il meno possibile, per garantire e favorire il divertimento di tutti.

I Narratori possono comminare sanzioni al Personaggio (IG) o al Giocatore (FG, nei casi più gravi).
Gli Arbitri possono comminare sanzioni al Personaggio (IG) e possono, nei casi più gravi, interfacciarsi con un Narratore per eventuali sanzioni al Giocatore (FG).
Le sanzioni FG possono andare dal richiamo verbale, alla perdita dei benefici in PAB dell’Evento o anche all’allontanamento dal Gioco per la giornata in corso o per un periodo più lungo.

 

 
I Personaggi (PG)

Il Personaggio (PG) rappresenta l’alter ego di un Giocatore durante un Evento. È caratterizzato da un nome, una Razza, un background (la sua storia personale) e da una serie di Abilità che ne determinano la Scheda. È importante rimanere il più possibile nel Personaggio durante il Gioco: ad esempio, se interpretate un Orco barbaro ignorante, difficilmente vi metterete a risolvere indovinelli, anche se nella realtà siete grandi appassionati de La Settimana Enigmistica.

 

 
Cos'è la Scheda?

La Scheda rappresenta l’insieme di tutti i dati che caratterizzano univocamente il Personaggio. Un Giocatore è sempre tenuto a portare con se la propria Scheda Personaggio.

 

Nome Personaggio
Il nome del Personaggio è dato dalla fantasia del Giocatore, con alcuni paletti: non sono consentiti nomi che presentino doppi sensi o significati osceni, né nomi evidentemente ispirati a romanzi, film, telefilm, videogiochi e similari (es. Melisandre, Aragorn, etc). Sono consentiti nomi ispirati a Personaggi minori delle opere sopra indicate, purché il Personaggio non ne sia chiaramente una fotocopia (es. Morgana è un nome accettabile, ma non per una strega che da background ha avuto un figlio dal fratello).

 

Background PG
Il Background è necessario per Giocare. Rappresenta la storia del Personaggio, dalla sua nascita all’ingresso nel mondo di Gioco. È opportuno mantenerlo breve e coerente.
Se, in creazione, volete proporre un Background più complesso, che magari vada ad intrecciarsi a parti minori dell’Ambientazione, è necessario inviarlo preventivamente al GA (Gruppo Ambientazione).

 

 
Il Combattimento

In un Gioco di Ruolo dal Vivo il combattimento deve essere il più possibile divertente, scenografico e sicuro per tutti i partecipanti. Per garantire il divertimento e la sicurezza di tutti, sono previste alcune regole:

  • Affinché un colpo sia valido, l’arma deve impattare sul corpo dell’avversario. Il colpo deve essere calibrato in modo da essere avvertito chiaramente dal Giocatore, anche se ha l’armatura, ma senza essere intenzionalmente doloroso.I colpi devono essere caricati con tutto il braccio, in modo coerente con l’arma che si sta utilizzando. I colpi non caricati o caricati utilizzando soltanto il polso non sono validi. Ricordatevi che le armi da LARP pesano molto meno delle loro equivalenti nel mondo reale!Non sono permessi colpi (intenzionali) ai genitali e alla testa, incluso il volto. I colpi che raggiungono accidentalmente una di queste zone non sono validi; colpire intenzionalmente una delle zone suddette è quindi un’infrazione grave del Regolamento.

 

Armi
Le armi valide per il LARP devono essere morbide e non atte a ferire, realizzate in lattice e/o schiuma con un’anima in vetroresina. Prima dell’ingresso in Gioco, le armi e le armature saranno valutate dagli Arbitri e quelle non idonee non potranno essere utilizzate in Gioco. Non è consentito utilizzare o portare in gioco armi vere.

 

Scudi

Gli scudi validi per il LARP sono imbottiti su tutto il perimetro esterno. Prima dell’ingresso in gioco, gli scudi saranno controllati e quelli non idonei non potranno essere utilizzati in gioco.

 

 

 

I soldi non sono un problema - NathaniƩl Askantys
Last edited by: Sarlinna on Sept. 23, 2020, 11:45 a.m., edited 2 times in total.
Sarlinna

Sarlinna
Sarlinna Malerba
Posts: 123
May 25, 2021, 5:20 p.m.

Considerazioni random FG

la campagna che giochiamo è di tipo fantasy, di forte ispirazione medievaleggiante, per cui tutto quello che facciamo può contribuire a mantenere credibile la messinscena cui stiamo prendendo parte. Pertanto, con i dovuti limiti, è opportuno ridurre il più possibile il ricorso a oggetti, linguaggio e situazioni che distolgano noi e gli altri dal contesto e riportino alla realtà. Questo vuol dire per esempio:

- adoperare costumi e accessori il più possibile IG (In Gioco). Se non disponete di vestiario/accessori ad hoc, cercate di ricorrere a qualcosa il più possibile neutro, senza evidenti scritte o colori accesi.

- limitare l'utilizzo di oggettistica FG (Fuori Gioco): il cellulare, stoviglie di plastica, bottigliette d'acqua o bevande varie, torce elettriche. Se dovete usare il cellulare per esempio, allontanatevi un pochino dall'area di gioco in modo da non dare nell'occhio con un oggetto chiaramente FG. Se dovete andare a fare la doccia attraversando un'area in cui altre persone stanno giocando, magari aspettate che la zona sia sgombra o fate un giro diverso più "discreto". Se volete bere una birra, coprite le etichette con qualcosa in modo da rendere la bottiglia meno appariscente. Se volete offrire una cingomma, non esibite platealmente la confezione ma fatelo in maniera discreta. E così via dicendo.

- adoperare un linguaggio appropriato: per esempio dare del Voi a chi non conoscete, non utilizzare termini prettamente moderni (come "cingomma") etc.

- mascherare discorsi FG  con un linguaggio IG: per esempio, "ho dimenticato le sigarette in macchina" potrebbe diventare "ho lasciato sulla carrozza/sul carro l'erba pipa". "Non mi ricordo se ho questa abilità in scheda" potrebbe diventare "Non sono sicuro di possedere questa capacità", oppure "Ho due punti ferita" potrebbe diventare "Sono in grado di resistere a due colpi", e così via.

Il larp è una situazione corale, dove anche il più piccolo accorgimento di ciascuno può aiutare ad accrescere l'immedesimazione di tutti e, quindi, migliorare il risultato finale. E maggiore è l'immedesimazione, maggiore sarà il pathos che riusciremo a creare!

Sarlinna Malerba, avventuriera sbadata