Nuova Tergetz

Geografia

Tergetz è una sottile striscia di terra impervia posta sul confine tra la penisola elaviana e il regno di Gravia.

Caratterizzata da irte montagne e aspre colline, questa terra è delimitata a est e nord dalla catena dei Monti Nevosi e a sud e ovest dal Mare Interno.

Cuore del territorio è la capitale, posta lungo le rive del Mare: una fortezza inespugnabile che si apre sull’imponente porto militare. Attorno ad essa sono poste le poche terre coltivabili che fungono da sostentamento al territorio. L’unico altro introito è, da sempre, la guerra che i mercenari Tergesti sanno fare sin dalla nascita della città.

Posto nella parte centrale della città, vicino al palazzo, vi è il tempio sacro a Vornat che per imponenza rivaleggia con l’edificio governativo.

Araldica
Storia

Storia (pre-apocalisse)

Vedasi storie delle singole Baronie

Storia recente (dopo-apocalisse)

Ad oggi la storia di Tergetz si lega profondamente a quella della Chiesa elaviana di Vornat.

Dopo lo scisma, la chiesa di Vornat ha cercato di lavorare attivamente alla riunificazione della penisola ma, più avezzi alla battaglia che al veleno della diplomazia, i suoi tentativi sono andati, per ora, a vuoto.

Dopo l’attestamento dei territori avvenuto alla fine del 1116, che ha creato una sorta di equilibrio momentaneo tra le forze presenti in elavia, i poteri territoriali della chiesa si sono ritirati e, ad oggi, si applicano solo a Tergetz.

La chiesa ha mantenuto le tradizioni tergeste in auge e le ha fatte proprie assimilandole e intrecciandosi con esse. Per questo, nell'ultimo mese del 1116, ha preso ufficialmente il posto della famiglia Liondari come comando degli eserciti tergesti.

La famiglia Liondari, attualmente senza erede, ha posto nella stessa chiesa di Vornat molti membri delle famiglie cadette sancendo, in tal modo, un legame duraturo tra l'ecclesia vornatiana e la famiglia fondatrice Liondari.

Grazie a questo, il patriarca Orlando ha fatto suo il ruolo di Diarca ed è, ora, alla guida dell’intera Tergetz insieme al Diarca Aristarco Dhetokos Fidhi, comandante della flotta.

Altre informazioni

Commercio

Tergetz non è famosa per i commerci. L’unica cosa che “esporta” sono i famosi mercenari tergesti sempre impegnati in qualche guerra che possa fruttare gloria e denaro per la città.

Religione

Il culto principale è Vornat. I tergesti si sono da sempre dichiarati i “figli di Iaboth”, il vecchio dio della guerra. Le leggende narrano che la città fu fondata dal dio stesso -o da uno dei suoi figli- e che le famiglie nobili siano discendenti del suo seguito. Per tanto il culto di Vornat è radicato nella città e nei suoi abitanti. Gli altri culti sono accettati ma non esistono templi né in città, né nei territori limitrofi. Scoraggiato è il culto di Kenthar in quanto portatore di caos dove dovrebbe vigere la disciplina. Diplomazia Tergetz mantiene rapporti amichevoli con tutti i regni e i principati della penisola elaviana grazie ai tentativi diplomatici fatti durante il 1116 dalla chiesa di Vornat. Unica eccezione riguarda la baronia di Lucies a cui viene addossata la colpa di aver scatenato la scissione. Freddi anche i rapporti con il principato di Calenedel, guidato dal sire Romensil, per gli stessi motivi.



Territori

Nome Governatore Ducato
Karst Bleidbara Eldigtblod
Krain Artemisia
Reka Rorynh Scudodipietra
Drava ALICANTE
Lubjlan Drystan Dell'Ossario
Tergetz Drakon Liòndari